Quattro quarti con albicocche secche

13 Giugno 2020appetitosando
Blog post

Cara Giulia,
il quattro quarti mi piace da morire!
Anche semplice, senza aggiunta di frutta o altri pezzetti di cose.
Però, da mesi ormai, penso e ripenso che quelle belle albicocchine secche che ho in dispensa ci starebbero tremendamente bene all’interno.

Ed ecco che arriva la giusta ispirazione quando tu pubblichi un post sul quattro quarti e su alcune sue possibili varianti.
Se ricordi ti ho risposto subito, su Instagram, tutta infervorata e con l’idea mi mettermi all’opera immediatamente.
Così è stato e il giorno seguente questo bel quattro quarti con le albicocche secche era sulla nostra tavola.
Purtroppo ho dovuto farti attendere un po’ prima di mostrartelo, ma ci si è messo di mezzo il lavoro e ho tardato parecchio, mi dispiace.
Volevo anche dirti che mi sono fidata dei tuoi consigli sulle accortezze da usare per variarlo un po’ dalla ricetta classica nel caso lo si volesse, ad esempio, senza burro. Devo dire che hanno funzionato alla grande: è all’olio ed è buonissimo!
Abbiamo (mio marito ed io) fatto la prova a colazione con il latte e caffè e al pomeriggio con un inglesissimo thè.
Ci piace in ogni caso! E come dice lui: “Anche con l’acqua!”
Ti saluto e ti prometto che ti segnalerò i mie futuri e nuovi tentativi di “variazioni sui quattro quarti”.
Chiamandole così potremmo persino tirar fuori un post melodico!
Con affetto.

Valentina

Premessa: Il quattro quarti si chiama così perché la ricetta originale prevede pari dose dei 4 ingredienti principali: uova, zucchero, farina e burro. Un quarto per ciascun ingrediente, totale quattro quarti. Ma io sono una che tende sempre a diminuire la quantità dello zucchero in quelle ricette dove la modifica non compromette il raggiungimento del risultato. Perciò suggerisco con lo zucchero di regolarvi secondo il vostro gusto. Nel post di Giulia trovate indicazioni sulla riduzione dello zucchero e su dolcificazioni alternative mediante l’uso del miele ecc. 
Giulia poi suggerisce, in caso di sostituzione del burro, di usare olio e acqua o altro ingrediente liquido sempre per un totale complessivo di pari peso degli altri ingredienti. C’è da considerare però che le farine non assorbono tutte i liquidi allo stesso modo. Inoltre, volendo io metterci dentro le albicocche secche a pezzetti avevo bisogno di un impasto non troppo fluido per evitare l’affondamento delle albicocche. Per questo ho ridotto un pochino anche la quantità del binomio olio-acqua.

 – – – Ingredienti – – –
3 uova (per me 190 g sgusciate)
190 g di farina tipo 1
140 g zucchero
120 g di olio e.v.o.
60 g di acqua
6-8 g di lievito per dolci

1 pizzico di sale
scorza di limone grattugiata
albicocche secche q.b.
8 g di lievito per dolci

 – – – Procedimento – – –
Tagliate le albicocche secche e tenete da parte.
In una ciotola sbattete, usando le fruste elettriche, le uova con lo zucchero,
la scorza di limone e il pizzico di sale fino a che il composto diventata chiaro.
Unite l’olio e continuate a sbattere con le fruste poi aggiungete la farina e il lievito setacciati.
Quando l’impasto si stringe versate l’acqua po’ alla volta e mescolate bene.
Infine, incorporate le albicocche secche mescolando con una spatola.
Versate in uno stampo imburrato e infarinato e cuocere in forno caldo a 180° per 25 minuti
poi abbassate la temperatura a 160° e proseguite la cottura per altri 20 minuti.
Fate la prova dello stecchino per testare la cottura.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post