Minestra di lenticchie

4 Gennaio 2014appetitosando

Ciao a tutti e tantissimi auguri per un sereno 2014!

Ma quanta lenticchia avete mangiato in questi giorni, eh?! 😉
Io ADORO le lenticchie e spesso a casa le prepariamo da mangiare come contorno, con l’attenzione però a farne sempre più del necessario… in modo da poterci preparare, con l’avanzo, una bella minestra.
La minestra di lenticchie per me è la regina del comfort-food!!!
Semplice, rustica, saporita… buonissima!
Come vedete dalla foto siamo abituati, in famiglia, a metterci, come pasta, gli spaghetti spezzettati, ma voi scegliete pure il tipo di pastina che preferite, eh!

E facciamo così: vi dico prima come preparare le lenticchie da usare come contorno, poi come trasformare le lenticchie rimaste in una bella e fumante minestra, ok? 😉

Lenticchie
300 g di lenticchie
2 mestoli di pomodoro passato
1 spicchio d’aglio
3 foglie di salvia
sedano, carota e cipolla q.b.
olio e.v.o.
sale

Controllate le lenticchie scartando eventuali sassolini e pagliuzze che possono trovarsi nella confezione.
In un tegame mettete un po’ d’olio, lo spicchio d’aglio e la salvia e fate insaporire. Aggiungete il pomodoro, il sale e fate cuocere una decina di minuti.
Nel frattempo in un’altra pentola mettete un po’ d’olio, un pezzetto di sedano, di carota e di cipolla e un po’ acqua e fate cuocere il brodo vegetale. Poi aggiungete la lenticchia nel brodo e lasciate cuocere circa 10 minuti, poi aggiungetevi il pomodoro che avete preparato prima e terminate la cottura della lenticchia aggiustando di sale. Rimuovete tutti gli odori e lasciate riposare un po’ prima di servirla.

Minestra di lenticchie
150 g di spaghetti
150 g di lenticchie già cotte
1 pezzo di cipolla
1 pezzo di sedano
1 carota media
4 cucchiai di pomodoro
acqua
olio e.v.o.
sale

Per ricavarci la minestra dovete ovviamente aggiungere acqua alla vostra lenticchia. Per questo prepariamo un altro po’ di brodo vegetale con olio e un trito di sedano, carota e cipolla lasciato stufare e a cui aggiungete il pomodoro e l’acqua. Dopo averlo cotto un po’ unite le lenticchie e lasciate insaporire alcuni minuti. Arrivato a bollore aggiustate di sale, se serve, e cuocetevi la pasta.
Nota: Per la quantità d’acqua regolatevi ad occhio così, mettendone un po’ di più di quando preparate una qualsiasi altra minestra. Prima di mettere a cuocere la pasta potrete sempre togliere qualche mestolo di liquido in eccesso per poi riutilizzarlo in caso la minestra si asciughi troppo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post