Santa Lucia e le sue briochine

13 Dicembre 2015appetitosando

santa lucia-3

Ciao a tutti! Oggi vi dedico unn post domenicale, veloce e speciale in occasione della festa di Santa Lucia.
E’ il 13 dicembre e il nostro calendario ci ricorda questo nome: Lucia.
Ci sono molti racconti legati alla vita di questa santa vissuta così tanto tempo fa e ricordo che mia nonna, quando io ero piccola, spesso si dilettava a raccontarmi di lei. Oggi tutte queste notizie e leggende possiamo trovarle in un battibaleno con un click nella rete, ma tanti (ormai…) anni fa il racconto orale di certi fatti era il modo preferito dei nostri avi per far continuare a vivere memorie, tradizioni e storie a cui loro stessi erano legati e che facevano parte della loro cultura e della loro sapienza.

Ricordo anche che oltre all’aspetto storico-sacro della vicenda di Santa Lucia mia nonna mi ricordava sempre il detto: “Santa Lucia è il giorno più corto che ci sia”, il giorno dopo il quale le giornate, ormai brevi per la stagione autunnale, ricominciavano piano piano ad allungarsi. Al di là delle notizie più o meno precise riguardo questi fatti, da quei giorni è comunque rimasto in me il ricordo di questa ricorrenza. Solo molti anni dopo ho scoperto l’esistenza di questi graziosi dolcetti allo zafferano che si preparano per il 13 dicembre e, da quando li ho visti, hanno destato in me una grande curiosità. Quest’anno finalmente sono riuscita a prepararli utilizzando la ricetta pubblicata qualche giorno fa dalla bravissima Marina Della Pasqua sul suo fantastico blog La Tarte Maison. Marina nel suo post ci racconta già alcuni fatti riguardanti la festa di Santa Lucia e la storia di questi dolcetti di origine svedese. Nella mia versione ho solo aumentato di poco la dose dello zucchero, ma per il resto è identica. Vi consiglio di provarli poiché sono delle briochine proprio carine, semplici e buone adattissime per la colazione e la merenda. 
Durante la preparazione  ho avuto la compagnia di una canzone che è stata un po’ la colonna sonora dell’evento: Santa Lucia di Francesco De Gregori.
Se non conoscete questo brano vi consiglio di ascoltarlo cliccando qui.
 
Santa Lucia,
per tutti quelli che hanno gli occhi
e un cuore che non basta agli occhi
e per la tranquillità di chi va per mare
e per ogni lacrima sul tuo vestito
per chi non ha capito.
Santa Lucia,
per chi beve di notte
e di notte muore e di notte legge
e cade sul suo ultimo metro
per gli amici che vanno e ritornano indietro
e hanno perduto l’anima e le ali.
Per chi vive all’incrocio dei venti ed è bruciato vivo
per le persone facili che non hanno dubbi mai
per la nostra corona di stelle e di spine
e la nostra paura del buio e della fantasia.
Santa Lucia,
il violino dei poveri è una barca sfondata
e un ragazzino al secondo piano
che canta ride e stona
perché vada lontano fa che gli sia dolce
anche la pioggia nelle scarpe, anche la solitudine.
(F. De Gregori)
 

santa lucia-2

Brioche di Santa Lucia - Lussekatter
Write a review
Print
Ingredients
  1. 450 g di farina 0
  2. 250 ml di latte intero
  3. 80 g di burro non salato
  4. 100 g di zucchero semolato
  5. 10 g di lievito di birra fresco
  6. 2 cucchiai di acqua tiepida
  7. 1 bustina di zafferano
  8. 1 pizzico di sale
  9. 1 tuorlo + 2 cucchiai di latte
  10. 2-3 cucchiai di uvetta
Instructions
  1. Mettete a scaldare il latte in un pentolino e scioglietevi il burro senza farlo arrivare a bollore. Fatelo intiepidire.
  2. Setacciate la farina e versatela nella ciotola della planetaria con il gancio. Azionate l'impastatrice versando il lievito sciolto in due cucchiai di acqua tiepida.
  3. Versate nel latte ormai tiepido lo zucchero e lo zafferano, mescolate per far sciogliere bene e versate a filo nella planetaria dando il tempo all'impasto di assorbire bene tutto il liquido.
  4. Aggiungete anche il pizzico di sale e fate impastare per 10-15 minuti.
  5. Mettete a lievitare nel forno spento con la lucina accesa per 2 ore e mezza. Nel frattempo fare rinvenire l'uvetta di un po' d'acqua tiepida.
  6. Ricavate dall'impasto dei rotolini di circa 10-15 cm di lunghezza e disponete su una teglia con carta-forno dando la forma ad S. Disponete le uvette sulle briosche, spenellatele con il tuorlo sbattuto con il latte e fate lievitare altri 30 minuti.
  7. Cuocete in forno ben caldo a 180° per 20 minuti circa fino a quando non saranno dorate in superficie. Sfornate e disponete su una gratella a raffreddare.
Appetitosando https://www.appetitosando.it/
 BRIOCHE DI SANTA LUCIA

– – – Ingredienti – – –
450 g di farina 0
250 ml di latte intero
80 g di burro non salato
100 g di zucchero semolato
10 g di lievito di birra fresco
2 cucchiai di acqua tiepida
1 bustina di zafferano
1 pizzico di sale
1 tuorlo + 2 cucchiai di latte
2-3 cucchiai di uvetta
 
 – – – Procedimento – – –
Mettete a scaldare il latte in un pentolino e scioglietevi il burro senza farlo arrivare a bollore. Fatelo intiepidire.
Setacciate la farina e versatela nella ciotola della planetaria con il gancio. Azionate l’impastatrice versando il lievito sciolto in due cucchiai di acqua tiepida.
Versate nel latte ormai tiepido lo zucchero e lo zafferano, mescolate per far sciogliere bene e versate a filo nella planetaria dando il tempo all’impasto di assorbire bene tutto il liquido.
Aggiungete anche il pizzico di sale e fate impastare per 10-15 minuti.
Mettete a lievitare nel forno spento con la lucina accesa per 2 ore e mezza. Nel frattempo fare rinvenire l’uvetta di un po’ d’acqua tiepida.
Ricavate dall’impasto dei rotolini di circa 10-15 cm di lunghezza e disponete su una teglia con carta-forno dando la forma ad S. Disponete le uvette sulle briosche, spenellatele con il tuorlo sbattuto con il latte e fate lievitare altri 30 minuti.
Cuocete in forno ben caldo a 180° per 20 minuti circa fino a quando non saranno dorate in superficie. Sfornate e disponete su una gratella a raffreddare.

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post