Pasta con asparagi, pachino e pecorino

22 Maggio 2015appetitosando

pasta asparagi

Ciao a tutti, lettori di Appetitosando!
Questo è un post speciale poiché è il primo post del blog targato iFOOD, e di questo io sono molto felice!!!
Questo “trasloco” è capitato in un periodo lavorativo indaffaratissimo per me, cioè l’ultimo mese di scuola. Potete immaginare che sono alle prese con valanghe di compiti da preparare, da correggere, da far recuperare e con molti altri “impicci” e impegni scolastici da sistemare…
Ma non ho nessunissima intenzione di lasciare la nuova casetta a metter su le ragnatele!!!

Perciò qua si va avanti, un pochino con calma, è vero, perché come in ogni vero trasloco, la nuova casa, prima di farla vedere agli amici, bisognerà pure sistemarla un filino, no? Questi giorni, infatti, li ho passati a mettere a punto la grafica del blog ma soprattutto a familiarizzare con i nuovi comandi e le funzionalità della piattaforma Wordpress per essere sicura di riuscire a postare decentemente qualcosa! Fortunatamente la gentilissima e preparatissima Martina dello staff tecnico è stata una guida preziosa per il mio ingresso. Ma veniamo a parlar di cibo…
Oggi vi offro un piatto di pasta sano, genuino, primaverile ma soprattutto facile! Vi va un assaggio di questi spaghettoni con gli asparagi (solo le tenere punte, ma il resto mica si butta eh!), i pomodorini pachino e una bella grattugiatina di pecorino? Direi che si presenta proprio come un piatto italiano, anche se preparandolo non mi sono accorta neanche, che i colori facevano molto “Viva l’Italia“!
Allora vi saluto con la canzone che, per questo, mi è tornata alla mente. Una canzone (di Francesco De Gregori) che io amo tanto e che tutti possono amare poichè sicuramente ciascuno può trovare, tra le sue strofe, il versetto che più sente a sè vicino. Il mio lo vedete in grassetto. Il vostro qual è?
A presto! 🙂
Viva l’Italia, l’Italia liberata,
l’Italia del valzer, l’Italia del caffè.
L’Italia derubata e colpita al cuore,
viva l’Italia, l’Italia che non muore.
Viva l’Italia, presa a tradimento,
l’Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
l’Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
viva l’Italia, l’Italia che non ha paura.
Viva l’Italia, l’Italia che è in mezzo al mare,
l’Italia dimenticata e l’Italia da dimenticare,
l’Italia metà giardino e metà galera,
viva l’Italia, l’Italia tutta intera.
Viva l’Italia, l’Italia che lavora,
l’Italia che si dispera, l’Italia che si innamora,
l’Italia metà dovere e metà fortuna,
viva l’Italia, l’Italia sulla luna.
Viva l’Italia, l’Italia del 12 dicembre,
l’Italia con le bandiere, l’Italia nuda come sempre,
l’Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
viva l’Italia, l’Italia che resiste.
 
Pasta con asparagi, pachino e pecorino
Write a review
Print
Ingredients
  1. 100 g di pasta (formato a scelta)
  2. 25-30 asparagi
  3. 5-6 pomodori pachino
  4. 1 spicchio d'aglio
  5. olio e.v.o.
  6. sale & pepe
Instructions
  1. Pulite gli asparagi, allineateli, legateli con un elastico e tagliate via la parte legnosa del gambo pareggiandoli sul fondo così che possano stare in piedi dentro la pentola.
  2. Metteteli a cuocere al vapore in una pentola alta con all'interno poche dita d'acqua.
  3. Quando sono cotti (testateli infilandoli con una forchetta) toglieteli, tagliate via l'elastico, disponeteli su un piatto e fateli freddare.
  4. Filtrate l'acqua di cottura rimasta e aggiungetela all'acqua con cui andrete a cuocere la pasta.
  5. Mentre la pasta cuoce in acqua bollente, mettete in una padella lo spicchio d'aglio e i pachino tagliati in quattro.
  6. Salate e fate cuocere un po', poi unitevi le punte degli asparagi cotti e un po' di acqua di cottura della pasta. Fate insaporire, aggiustate di sale.
  7. Quando la pasta è quasi cotta saltatela nella padella con il condimento a cui aggiungerete (se lo gradite) del pecorino grattugiato grossolanamente e altra acqua di cottura.
Appetitosando https://www.appetitosando.it/

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post