Torta di more… a testa in giù!

1 Luglio 2014appetitosando

Le more fanno proprio girare la testa… anche alle torte!!!

Eh sì, perché questa torta di more è capovolta a testa in giù, quando cuoce. Cioè con le more che vengono messe sul fondo della teglia prima dell’impasto ed ecco che poi tornano sù quando il dolce viene rovesciato su un piatto per estrarlo dallo stampo.
Esistono molte ricette di torte rovesciate sia dolci che salate e questa è la mia prima! Scelta per onorare mezzo bel chiletto di grosse more che mi ha dato mia zia Graziella. E pensare che qualche anno fa quella piantina di more era solo un arboscello fragile piantato in un vasetto! Un mio alternativo regalo di Pasqua che da quel giorno, di tanto in tanto, ci regala un’ondata di questi succosi bon bons di frutta. 🙂
Riguardo la torta non so come descrivervi il profumo che è davvero dolce e inebriante e si è diffuso per tutta la casa! E sto facendo una gran fatica nel trattenermi dall’assaggiarla subito, ora che si è freddata… 😉

Ingredienti
180 g di farina
150 g di zucchero semolato
110 g di burro
3 uova
12 g di lievito per dolci
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di rum
1 pizzico di sale
scorza di limone grattugiata q.b.


Lavate delicatamente le more e fatele scolare ed asciugare su dei fogli di carta assorbente. Bagnate e strizzate bene una foglio di carta da forno e rivestite una teglia. Spolverate 1 o 2 cucchiai di zucchero di canna sulla carta forno e adagiate uno strato di more comprendo tutta la teglia. Il resto delle more passatele al passaverdura in modo da ricavarne solamente succo e polpa ed eliminare buccia e semini.
Sciogliete il burro a bagnomaria e fate intiepidire.
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, il sale e la scorza di limone grattugiata, poi unite il burro continuando a sbattere, il rum e il succo di more. Ora incorporate la farina e il lievito setacciati. Versate il composto sulle more e livellate bene cercando di non far muovere le more sul fondo. Cuocete in forno ben caldo a 180° per 40 minuti circa. Verificate la cottura con la prova dello stecchino, poi spegnete il forno e lasciatela una decina di minuti dentro il forno caldo. Estraete dal forno, fate intiepidire un po’ e rovesciate la torta su un piatto. Togliete delicatamente la carta forno aiutandovi con una spatola o un coltello in modo che non vengano via dei pezzetti di torta attaccati alla carta forno. Fate raffreddare bene prima di servirla.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post