Olive all’ascolana

21 Marzo 2016appetitosando

olive-ascolane

Non mi lamenterò, ve lo prometto, né vi annoierò spiegandovi il perché di un silenzio così prolungato.
Vi dico soltanto che oggi sono felice e vorrei che voi lo foste insieme a me.
Felice perché riesco a parlarvi ancora una volta.
Felice perché ora sento di riuscire nuovamente a stare seduta a questa scrivania con serenità.
Felice perché, finalmente, pubblico una ricetta fatta e fotografata tantissimo tempo fa – proprio agli inizi del blog – e rimasta lì bloccata come uno scrittore in crisi davanti al foglio bianco…
Felice, infine, perché sento che non vedo l’ora di scrivere e pubblicare anche il prossimo post e la prossima ricetta.

Poi, se vicino a questa felicità c’è la consapevolezza più matura che a volte bisogna anche saper accettare una sconfitta, saper ripartire dopo una caduta o sforzarsi di rendere più sicuro il passo dopo un tentennamento, allora si può sperare di essere diventati un po’ più forti nella difficile lotta contro le proprie fragilità. E il fatto che questo avvenga all’inizio della primavera speriamo di poterlo interpretare come il segnale di una rifioritura.
 

olive-ascolane1

 OLIVE ASCOLANE

– – – Per il ripieno – – –
150 g di vitello
150 g di maiale
150 g di tacchino
1 carota, 1 costa di sedano, mezza cipolla
vino bianco q.b.
olio e.v.o.
sale
– – – Per le olive – – –
1 kg di olive ascolane grandi
carne cotta
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
noce moscata q.b.
uova q.b.
farina q.b.
pangrattato q.b.
olio di semi per friggere
 
– – – Procedimento – – –
Tagliate la carne a pezzetti come fosse uno spezzatino e mettetela a cuocere in un tegame con l’olio e gli odori. Fatela sigillare, sfumate col vino facendolo evaporare. Salate, coprite con coperchio e fate cuocere la carne per il tempo necessario.
A cottura ultimata togliete gli odori e fate raffreddare bene sia la carne che il sugo di cottura.
Macinate la carne col tritacarne, mettetela su una ciotola e amalgamatela insieme al sugo di cottura, al parmigiano, alla noce moscata e ad un po’ di pangrattato se vedete che il composto è molto morbido.
Con un coltellino dalla punta aguzza e tagliente incidete una ad una le olive e rimuovete l’osso (o nocciolo) cercando di lasciare la polpa dell’oliva in un unico pezzo, magari inciso su più lati, ma in modo che possa essere richiusa nella posizione originaria.
Prendete un po’ del composto di carne e riempite l’interno dell’oliva senza eccedere troppo con la quantità. Richiudete bene la polpa dell’oliva intorno al composto.
Passate nella farina poi nell’uovo e quindi nel pangrattato facendo aderire bene su tutta la superficie. Preparate così le olive fino ad esaurire tutta la carne.
Friggete le olive ascolane in olio ben caldo fino a doratura.
Potete anche congelarle: in questo caso disponete le olive appena fatte su un vassoio ricoperto con carta-forno e distanziate un po’ l’una dall’altra. Mettetele in freezer per qualche ora. Quando si sono congelate potrete riporle in un normale sacchetto per surgelati e conservarle nel congelatore senza il rischio che si attacchino tra loro.
Friggete le olive surgelate senza prima farle scongelare.
 

2 Comments

  • paola

    22 Marzo 2016 at 17:59

    bellissime,brava ma i vincitori del contest per aggiornare la apgina sul mio blog

    1. appetitosando

      2 Maggio 2016 at 15:08

      La chiusura del contest la trovi in fondo al post addetto e su un post in FB!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post